Casalvelino (SA) – Si indaga sul ritrovamento di un cadavere

Tre capsule sul lato sinistro della mandibola sono l’unico indizio dello scheletro trovato questa mattina nei boschi di Casalvelino, nel Cilento. Lo scheletro, rinvenuto da un cacciatore che ha dato l’allarme, non reca alcun segno di violenza ed è stato scoperto in località Carullo, a circa un chilometro dal luogo nel quale, esattamente un mese fa, è stato ritrovato un altro scheletro umano, ancora senza nome. Lo scheletro, di sesso maschile, reca alcuni segni di combustione legati ad un incendio che ha coinvolto l’area durante il mese di settembre, ma per gli inquirenti i resti umani erano già sul luogo al momento dell’incendio. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, non escludono alcuna pista.

Lascia un Commento