Casaletto Spartano (SA) – Assolto l’ex sindaco Scannelli.

Il fatto non sussiste. Con questa motivazione l’ex sindaco di Casaletto Spartano Giacomo Scannelli è stato assolto dalle accuse di abuso d’ufficio e omissione d’atti di ufficio in merito alla vicenda giudiziaria riguardante lo spostamento della dipendente comunale Teresa Iudice dall’ufficio tributi al settore biblioteca del Comune. La Iudice, ritenendosi danneggiata dall’assegnazione ad altra mansione, denunciò il Comune di Casaletto per mobbing al giudice del lavoro del Tribunale di Sala Consilina. Il magistrato dispose il reintegro immediato della dipendente nell’incarico originario. Ma contro questo verdetto il primo cittadino Scannelli fece ricorso alla sezione lavoro della Corte d’Appello di Salerno. Quest’ultima ha, però, riformato la sentenza sostenendo che il giudice del lavoro di Sala Consilina non avesse il potere di reintegrare la dipendente comunale in un posto di lavoro soppresso. I giudici penali, assolvendo Scannelli (attualmente vicesindaco di Casaletto Spartano, ndr), hanno affermato il principio che non abusa del proprio ufficio il sindaco che omette di dare esecuzione alla sentenza di un giudice civile, anche se riguardante un diritto costituzionalmente tutelato come quello al lavoro.

Lascia un Commento