Casalbuono (SA) – Si taglia con la motosega e muore, stamattina trovato il corpo

E’ morto dissanguato in un bosco di Casalbuono, il pensionato, Giuseppe Rizzo, 73 anni, originario di Casaletto Spartano (Sa), che nel fine settimana era andato a tagliare della legna con una motosega, lo strumento con cui si è ferito mortalmente ad un polpaccio. L’uomo, viveva da solo, nella località Fortino, non distante dal luogo dell’incidente, e proprio per questo motivo, i carabinieri non sono riusciti a capire se si era inoltrato nei boschi di Casalbuono, nel pomeriggio di sabato o di domenica. Parenti ed amici hanno raccontato che spesso si allontanava e si inoltrava nei boschi e la sua assenza non aveva destato sospetti, fino a quando si è prolungata più del dovuto. Sono scattate le ricerche e questa mattina intorno alle 9 il corpo del 73enne è stato trovato da alcuni volontari e dai carabinieri della Compagnia di Sala Consilina. Rizzo non aveva il telefonino e non è riuscito a chiamare aiuto. Dai primi rilievi compiuti dagli investigatori dell’Arma e dal medico legale è emerso che l’anziano boscaiolo ha cercato di tamponare la profonda ferita ad un polpaccio abbassandosi i pantaloni, utilizzandoli per tamponate il profondo taglio. Evidentemente, la copiosa fuoriuscita di sangue e forse anche la posizione in cui si trovava lo hanno immobilizzato, costringendolo ad una lenta agonia. Non è stato necessario eseguire l’autopsia, ma soltanto un esame esterno del cadavere considerato che la causa della morte era fin troppo chiara.

Lascia un Commento