Casal Velino (SA) – Cemento al posto del parco, il paese insorge

Il comune di Casal Velino ha deciso di realizzare un complesso polifunzionale nel cuore del centro storico della frazione di Acquavella, ma i residenti si oppongono perché la struttura cancellerebbe un parco giochi per bambini, realizzato negli anni ’90 in un’area intitolata a don Samuele De Bellis, parroco di Acquavella dal 1948 al 1983, anno della morte. Contro la decisione dell’amministrazione è nato un comitato, e in seguito anche i nipoti del parrocco hanno deciso di scendere in campo, scrivendo una lettera di protesta. “La nuova struttura non solo sfratta l’unico spazio pubblico dedicato ai più piccoli – si legge nella lettera – ma ne altera in modo irreversibile l’estetica e l’uso”. Di diverso avviso il sindaco, Domenico Giordano, secondo il quale l’intervento, che sarebbe realizzato con fondi FAS, non farebbe altro che valorizzare Largo don Samuele De Bellis. Inoltre, non ci sarebbe nessun abbattimento e lo stesso parco giochi verrebbe semplicemente spostato. “Un centro polifunzionale ad Acquavella – conclude il sindaco – andrebbe a colmare un vuoto, contribuendo all’aggregazione tra i residenti".

Lascia un Commento