Carta d’identità elettronica e nuovo sussidio disoccupazione. Riascolta ‘Vediamoci Chiaro’ AUDIO

Dopo un’attesa di 20 anni arriva finalmente la carta d’identità elettronica, che conterrà le impronte digitali e anche la possibilità di indicare la scelta sulla donazione degli organi. Un’altra novità, rispetto a quella tradizionale, è la presenza di un Pin che permetterà l’accesso ai servizi online dedicati. La consegna della Cie avverrà «entro sei giorni lavorativi». La richiesta di rilascio verrà presentata dal cittadino all’ufficio anagrafico del comune di residenza o al consolato, se residenti all’estero.

Inoltre dall’11 gennaio si può richiedere il nuovo sussidio di disoccupazione, l’ASDI, nuovo assegno di disoccupazione che potrà essere erogato solo a coloro che hanno già percepito, entro il 31 dicembre 2015, la NASPI e che si trovino ancora in uno stato di disoccupazione.

Potranno usufruire di quest'assegno i lavoratori di almeno 55 anni, o di età superiore, che non hanno ancora raggiunto i termini necessari per il pensionamento di vecchiaia o anticipato.

Per i soggetti con un'età inferiore, la condizione necessaria è che nel nucleo familiare del richiedente ci sia almeno un soggetto minorenne a carico. Dal punto di vista reddituale, il richiedente ed il suo nucleo familiare devono avere una attestazione ISEE in corso di validità non superiore a € 5.000. La durata del sussidio è di 6 mesi e sarà pari a 448,50 euro. Per i nuclei familiari con uno o più figli a carico, l’assegno verrà incrementato di 89,70 euro per primo figlio a carico, fino ad un massimo di 163,30 per chi ha 4 figli.

 

Riascolta la puntata di questa settimana

Vediamoci chiaro del 06.01.2016

Lascia un Commento