Carenza di personale sanitario, per la Cisl Fp un’estate di disagi

Potrebbe essere un’estate di grandi disagi in provincia di Salerno per la carenza di personale nelle strutture sanitarie.

La denuncia arriva dal segretario della Cisl Fp provinciale, Pietro Antonacchio, secondo cui mancano in totale 400 infermieri nelle strutture di “Ruggi” e Asl. In merito il direttore generale dell’Asl di Salerno Antonio Giordano ha convocato un incontro in programma il 7 giugno.  

Antonacchio ricorda che dal primo giugno scorso al “Ruggi” sono stati accorpati i reparti di ematologia e oncologia, con una riduzione dei posti letto oncologici che passano a 7. E’ di queste ore anche l’accorpamento della Chirurgia del Fucito di Mercato San Severino con l’Orl Universitaria. Presso il presidio ospedaliero di Scafati è stata chiusa la lungodegenza per carenza di personale. A Battipaglia il reparto di Terapia Intensiva Neonatale è chiuso da due giorni per evitare diffusione epidemica. All’Umberto I di Nocera mancano unità al Pronto soccorso, all’Unità Emodinamica, in Anestesia e Rianimazione, in Ostetricia e Ginecologia. Problematica anche la situazione dei Dipartimenti di Salute Mentale.

Pertanto la Cisl Fp ha richiesto ai direttori generali di Asl e “Ruggi” un incontro immediato poiché le condizioni in cui versano tutte le struttura sanitarie sono gravi.  

Lascia un Commento