Carabiniere originario di Salerno suicida in caserma nel Foggiano

Si è tolto la vita nella caserma dove svolgeva servizio un vicebrigadiere dei carabinieri, originario di Salerno.

Il dramma ieri a Bovino, in provincia di Foggia.

A quanto si apprende il militare di 39 anni, si è sparato un colpo alla testa con la pistola d’ordinanza. L’uomo, celibe, non ha lasciato scritto nulla per spiegare il motivo del suo gesto estremo. Sulla vicenda vige il massimo riserbo. Il vicebrigadiere salernitano era in servizio alla stazione carabinieri di Bovino da meno di un anno. I colleghi del militare stanno cercando di risalire alle motivazioni del gesto che al momento appare inspiegabile anche perché la vittima non ha lasciato presagire nulla, e non ha lasciato scritto niente. I suoi colleghi non avevano percepito alcun tipo di malessere psicologico.

Il sindaco della piccola comunità foggiana, Vincenzo Nunno, si dice sconvolto dalla notizia, così come lo sono i tanti abitanti del piccolo borgo. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento