Caporalato, fenomeno perverso e presente anche in Provincia di Salerno. L’allarme dei sindacati

La morte di 16 braccianti in provincia di Foggia ha riacceso i riflettori sul fenomeno del caporalato. L’allarme è stato lanciato nuovamente dai sindacati che parlano di una  “questione Salerno” dimenticata da tutti.

“Quante persone dovranno morire ancora prima che il Governo intervenga per interrompere la mattanza?” Così il segretario generale della Uila Uil di Salerno, Ciro Marino, interviene in merito alla la nuova strage consumatasi poche ore fa in Puglia con le stesse modalità di quella costata la vita a quattro braccianti extracomunitari sabato scorso a Foggia. Tra l’altro alle 18,30 a Foggia si terrà una manifestazione a cui partecipano anche braccianti e sindacati provenienti dalla provincia di Salerno.

Sulla questione a Radio Alfa è intervenuto anche Anselmo Botte della Cgil

Anselmo Botte

Lascia un Commento