Capaccio – Scoperta piantagione di canapa indiana all’ombra dei Templi

Una rigogliosa piantagione di canapa indiana per la produzione di stupefacenti sorgeva in un fondo agricolo a ridosso dell’area archeologica di Paestum. L’ hanno scoperta i finanzieri della Compagnia di Agropoli, nell’ambito delle attività di controllo economico del territorio. Era in terremo attiguo ad un casolare e la piantagione illecita nascosta in un fitto uliveto, comprendeva più di 2mila piante per un peso complessivo di circa 1.700 kg. I coltivatori del fondo avevano realizzato un impianto di irrigazione a goccia che poteva essere attivato a distanza, riducendo sensibilmente il rischio di essere colti in flagranza. Sono quattro le persone denunciate a piede libero alla Procura di Salerno per il reato di coltivazione di sostanze stupefacenti.

Una volta immesso sul mercato, lo stupefacente ricavato dalle piante finite sotto sequestro avrebbe assicurato guadagni per diverse centinaia di migliaia di euro.

Lascia un Commento