Capaccio (SA) – Tombaroli in azione a Paestum

Tombaroli ancora in azione a Paestum. Questa volta hanno preso di mira una tomba lucana risalente alla prima metà del IV secolo a.C., che riporta scene raffiguranti il ritorno del guerriero. Probabilmente apparteneva ad un uomo ma solo con ulteriori indagini si potrà saperne di più. Intanto la Soprintendenza di Paestum ha avviato la fase di recupero in collaborazione con i carabinieri della locale stazione, e sullo scheletro recuperato saranno compiute adeguate analisi. Non è la prima volta che le tombe lucane vengono depredate da tombaroli che probabilmente rivendono ciò che trovano a collezionisti o a musei esteri. E spesso solo dopo che ciò è accaduto la Soprintendenza provvede al recupero, perché i fondi che lo Stato eroga a questo fine sono sempre esigui, e le attività di recupero sono limitate.

Lascia un Commento