Capaccio (SA) – Regolamento del comune contro i “fannulloni”

Vita dura per i fannulloni al Comune di Capaccio-Paestum non solo per la recente legge del ministro Brunetta ma anche in conseguenza di un regolamento approvato dal consiglio comunale. All’unanimità è stato votato un regolamento che prevede multe salate per i dipendenti che non rispetteranno i tempi previsti per il disbrigo delle pratiche. In caso di ritardo, il dipendente di Capaccio inadempiente dovrà pagare una multa di almeno 100 euro per ogni istanza non espletata nei tempi previsti. Non solo. Il dipendente "fannullone" dovrà risarcire di tasca propria il cittadino che ha subito il ritardo nel disbrigo della pratica richiesta. I principi ispiratori di questo regolamento sono stati illustrati alla recente assemblea regionale dell’Associazione italiana dei consigli comunali d’Europa, tenutasi a Paestum spiega il consigliere comunale Carmine Caramante, portavoce dell’Amministrazione guidata dal sindaco Pasquale Marino.

Lascia un Commento