Capaccio (SA) – Rapina in gioielleria, arrestata una donna

Novità nelle indagini sulla rapina ad una gioielleria di Capaccio Scalo compiuta nella mattinata dello scorso 28 marzo. I carabinieri hanno arrestato una donna di 37 anni,  incensurata di Napoli, ritenuta uno dei quattro malviventi che fecero il colpo. Tre uomini e una donna, infatti, sotto la minaccia di un’arma, legarono con fascette di plastica le due commesse presenti all’interno della gioielleria e indisturbati, asportarono gran parte degli oggetti di valore esposti per poi sparire nel nulla.
I carabinieri della Compagnia di Agropoli hanno raccolto una serie di elementi e attraverso, anche, un’analisi meticolosa dei filmati delle telecamere a circuito chiuso presenti all’interno della gioielleria sono giunti all’identificazione della 37enne napoletana nei cui confronti il Gip del Tribunale di Salerno, lo scorso 25 giugno, ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere.
Secondo gli investigatori, la donna fu la prima a entrare nella gioielleria insieme ad un complice, fingendo di essere una coppia interessata all’acquisto di alcuni monili ma, al successivo segnale rivolto ad altri due complici che attendevano all’esterno del negozio di Capaccio, immobilizzarono le commessa per poi, insieme agli altri tre malviventi, asportare quanti più oggetti possibili. L’arrestata si trova ora associata alla Casa Circondariale di Pozzuoli. Sono in corso ulteriori indagini per identificare gli altri complici.

Lascia un Commento