Capaccio (SA) – Custodiva metope greche in un deposito

Insolita scoperta in un deposito agricolo di Capaccio-Paestum. I carabinieri hanno rinvenuto due metope greche, formelle in pietra scolpite in alto o basso rilievo, in questo caso appartenenti a una tomba greca risalente al quinto secolo a.C. e raffiguranti una scena funebre.
Il deposito agricolo è di proprietà di un 61enne di Capaccio, denunciato dai carabinieri per ricettazione di materiale archeologico. Se venduti sul mercato nero, i reperti, consegnati al Museo di Paestum, avrebbero fruttato circa 500mila euro.

Lascia un Commento