Capaccio (SA) – Colti con le mani nel sacco, tre arresti e una denuncia

Un capannone con all’interno merce rubata per un valore complessivo di circa 400mila euro è stato scoperto ieri dai carabinieri a Capaccio lungo la via provinciale per Albanella. Il proprietario Franco Sabia, di 43 anni, è stato arrestato insieme ad altre due persone che erano con lui e che stavano sistemando la refurtiva rubata la notte precedente. Gli altri due arrestati con l’accusa di furto in concorso sono Giuseppe Chiavazzo, 58 anni di Angri, e Franco Sorrentino, 36 anni di Gragnano. Denunciato a piede libero un salernitano 47enne accusato di ricettazione in quanto stava acquistando la merce rubata. Nel capannone erano stipate oltre 10mila paia di scarpe e numerose derrate alimentari.

I carabinieri hanno trovato a Campagna anche il camion utilizzato per il trasporto della merce. Per Chiavazzo e Sorrentino si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Salerno, mentre Sabia è stato posto agli arresti domiciliari.

Lascia un Commento