Capaccio-Paestum, una soluzione al danneggiamento del tubo collettore a Foce Sele

Trovata una soluzione al danneggiamento del tubo collettore delle acque reflue del Comune di Cacaccio-Paestum, danneggiato in località Foce Sele lo scorso 2 gennaio.

La soluzione, come spiegano dal Comune, eviterà lo scarico in mare delle acque reflue depurate, provenienti dall’impianto di Varolato. Sarà utilizzato il sistema del “troppo pieno”, che permetterà lo scarico per gravità in un canale di bonifica sul confine nord dell’impianto di Varolato.

A seguito dei diversi sopralluoghi eseguiti in queste settimane, l’ingegnere Angelo Corradino, direttore tecnico dell’impianto di depurazione di Varolato e degli impianti di sollevamento ad esso connessi, ha redatto la relazione tecnica con la soluzione attuale e già trasferito lo stesso documento al Consorzio Bonifica di Paestum.

E’ una risoluzione immediata della problematica in vista della stagione estiva. Le operazioni necessarie per consentire l’attivazione del sistema del “troppo pieno” riguarderanno in primis la chiusura della paratoia del canale sud e la disattivazione delle elettropompe di sollevamento alla condotta sottomarina. Quindi, si procederà all’apertura della paratoia del canale nord così dove saranno convogliate le acque depurate.

 

Lascia un Commento