Capaccio Paestum, si confessa e fa restituire al Parco Archeologico 208 monete sottratte all’area arecheologica

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Si confessa e fa consegnare personalmente dal sacerdote al direttore del Parco di Paestum – Velia, Zuchtriegel, una busta con più di 200 monete antiche sottratte all’area archeologica.

Si tratta solo dell’ultima di una serie di restituzioni anonime di reperti che nel corso del tempo sono stati rubati al patrimonio archeologico del nostro territorio.
Le monete sono state già analizzate dal professor Federico Carbone, numismatico dell’università di Salerno, che però ha scoperto, tra gli originali, anche 7 falsi

 

Tra le monete si distinguono due insiemi piuttosto omogenei: il primo è rappresentato dai bronzi della zecca di Paestum (soprattutto esemplari dal III sec. a.C. e fino all’età augustea), il secondo è composto da follis e frazioni di follis compresi tra la metà e la fine del IV sec. a.C. Non mancano alcuni bronzetti di Poseidonia, di Velia e di media età imperiale. Soltanto un paio sono moderne. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento