Capaccio – Paestum (SA) – Trafugati i resti dei genitori del sindaco

Sconcerto a Capaccio-Paestum per quanto accaduto ieri sera nel cimitero cittadino da dove sono stati rubati i resti dei genitori del sindaco Pasquale Marino ed è stato dato fuoco ai locali uffici. Il fatto è stato scoperto intorno alle 20:30 da un dipendente comunale che andava a fare visita alla tomba di un famigliare. E’ scattato subito l’allarme e sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e i carabinieri. Secondo una prima ricostruzione, gli autori dell’ignobile atto hanno profanato la tomba della famiglia Marino e poi hanno appiccato il fuoco all’ufficio cimiteriale distruggendone i registri e tutte le pratiche presenti. Sul posto è arrivato anche il sindaco e per tutta la notte sono stati cercati senza successo i resti mortali dei genitori. Pasquale Marino, sconcertato per quanto accaduto, esclude la matrice malavitosa e propende per il gesto di un folle. Dai microfoni di Radio Alfa ha lanciato un appello affinché vengano fatti ritrovare al più presto i resti dei suoi cari. Sono in corso le indagini della Sezione investigazioni scientifiche dei Carabinieri di Salerno che hanno effettuato i rilievi per cercare di risalire ai responsabili dell’incredibile episodio.

Lascia un Commento