Capaccio-Paestum, ricatti online con foto hard. Nei guai due persone

Una coppia di Capaccio-Paestum, lui di 37 anni e lei di 33, è finita agli arresti domiciliari con l’accusa di estorsione per aver compiuto ricatti online attraverso l’utilizzo di foto hard.

Secondo gli investigatori, la coppia salernitana contattava le ignare vittime su un noto portale d’incontri online, e lei spacciandosi per un’avvenente escort napoletana, induceva a farsi inviare scatti osé, per poi chiedere soldi ricattando le vittime con la minaccia di diffondere le foto compromettenti o di inviarle a mogli e fidanzate.

Fra le vittime individuate dalla Polizia Postale anche un uomo di 60 anni di Treviso che, prima di denunciare i ricatti, ha sborsato 3.300 euro nell’arco di 15 giorni. Dal computer di un’altra vittima di Crotone gli investigatori sono riusciti a risalire all’identità dei due capaccesi ed all’emissione delle misure cautelari a loro carico.

Durante l’interrogatorio di garanzia davanti al Gip l’uomo avrebbe ammesso alcuni episodi, mentre la donna ha negato ogni coinvolgimento. A decidere sulla revoca o meno degli arresti sarà però il gip di Treviso, competente per territorio.

Lascia un Commento