Capaccio Paestum, proteste per il possibile arrivo di migranti a Torre di Mare


Protestano i cittadini e i residenti della località Torre di Mare di Capaccio.
Un centinaio, tra migrati e richiedenti asilo, infatti, potrebbe essere accolto nel cuore proprio di questa zona, meta balneare per migliaia di villeggianti ogni anno. Il proprietario dell’ex hotel Torre, da anni in disuso, avrebbe dato la disponibilità ad accogliere nella struttura i rifugiati. I residenti e gli operatori turistici hanno inviato una lettera di protesta a sindaco e prefetto, dichiarandosi pronti anche a manifestare attraverso iniziative di mobilitazione promosse dal Comitato di quartiere ‘Torre di Paestum’.
Lo stabile sarebbe stato già dichiarato idoneo ad ospitare un Centro di Accoglienza Straordinaria, così come alcuni bungalow costruiti sul retro, in seguito a diversi sopralluoghi già eseguiti dalle autorità competenti.
La principale preoccupazione è che la presenza dei migranti possa danneggiare la già precaria economia turistica della contrada. Il sindaco Italo Voza ha chiarito però che il Comune di Capaccio Paestum non può più accogliere migranti oltre a quelli già ospitati. Ad oggi, sono presenti in tutto 289 richiedenti asilo, dislocati in tre centri di accoglienza nelle località Licinella, Santa Venere e Vecchia Cilentana.

Lascia un Commento