Capaccio Paestum: Progetto di sostegno alla diffusione dei pipistrelli

Contro il proliferare delle zanzare il comune di Capaccio-Paestum ha deciso di utilizzare i pipistrelli. La giunta ha infatti approvato il progetto di sostegno alla diffusione dei chirotteri, in collaborazione con gli esperti delle guardie ecozoofile di FareAmbiente. I pipistrelli infatti sono i naturali predatori delle zanzare, quindi un loro utilizzo consentirà anche di limitare l’uso di sostanze chimiche utilizzate per le disinfestazioni. Ciò avverrà attraverso la diffusione sperimentale di appositi rifugi, cosiddetti “bat box”, in luoghi pubblici e privati sul territorio comunale. Questi rifugi saranno anche forniti alle famiglie al prezzo agevolato di 15 euro per collocarli nell’area di pertinenza della propria abitazione, fino ad un massimo di 20 rifugi all’anno per il 2014. «Si tratta di una metodologia di lotta biologica senza impatti ambientali – spiega l’assessore all’Ambiente Eustachio Voza – Considerata la diffusione di zanzare, dovuta all’abbondante presenza di acqua, riteniamo che questa possa essere una buona soluzione per ridurne il numero».

Lascia un Commento