Capaccio-Paestum, il sindaco Alfieri passa alle maniere forti contro chi inquina i corsi d’acqua

Contro lo sversamento abusivo dei reflui zootecnici nei corsi d’acqua sul territorio comunale di Capaccio-Paestum, il sindaco Franco Alfieri ha deciso le maniere forti firmando una durissima ordinanza che porta la data del 27 agosto 2019.

Con questo provvedimento il primo cittadino impone a tutti gli allevatori e titolari di caseifici di dimostrare al Comune, entro 30 giorni, la propria capacità di smaltire adeguatamente, secondo legge, tutti i reflui e liquami prodotti. Alfieri ha demandato all’Area Affari Legali del Comune di predisporre tutti gli atti necessari alla costituzione di parte civile, del Comune di Capaccio Paestum, in tutti i procedimenti penali, in corso e futuri, inerenti scarichi illegali ed inquinamento ambientale, con annessa richiesta di risarcimento per danni d’immagine e morali.

Chi non è in regola, viene sanzionato di 500 euro, ma soprattutto rischia la chiusura dell’attività e il ritiro delle concessioni e autorizzazioni, con relativa segnalazione alle autorità competenti. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento