Capaccio Paestum, encomio per chi si prodigò nel rogo del centro tessile

Il Consiglio comunale di Capaccio Paestum ha deciso di conferire un encomio a coloro che lo scorso 28 luglio si prodigarono, mettendo a rischio la loro incolumità, per limitare i danni del vasto incendio che colpì il palazzo del centro tessile Commercial Paestum.

Il sindaco Franco Palumbo ha spiegato che con questo provvedimento approvato ieri si intende sottolineare l’impegno particolare del consigliere comunale Angelo Merola, che con una autobotte privata raffreddò le bombole del gas in attesa dell’arrivo dei vigili del fuoco. Il ringraziamento del Comune di Capaccio-Paestum va anche all’azienda Palmieri che ha messo a disposizione le proprie autobotti.

L’encomio solenne è stato proposto per gli appuntati scelti Michele Madonna e Alessandro Clemente, per il carabiniere Gaetano D’Aquila e per l’agente della Polizia Municipale Silvio Marino. L’encomio semplice è stato proposto per il comandante della stazione carabinieri di Capaccio Scalo Serafino Palumbo e per i carabinieri Ferdinando Rizzo, Lorenzo Catracchia e Luigi Giusto e per il Comando Polizia Municipale di Capaccio Paestum, per il comandate Antonio Rubini, per Clelia Saviano, Giorgio Bernardi e Sofia Strafella. Per la Protezione civile, l’encomio semplice è stato proposto per Antonio Merola.

Verrà chiesto il conferimento dell’apprezzamento per il comando dei Vigili del Fuoco, per la stazione carabinieri di Capaccio Scalo, per il comando polizia municipale, per la Protezione Civile. Un ringraziamento particolare rivolto a Davide Annunziato, titolare dell’attività Annunziato Snack che offrì panini e bevande. La delibera sarà trasmessa alla Prefettura di Salerno e al Comando Legione Carabinieri Campania.

Una risposta

  1. raffaele 12/10/2018

Lascia un Commento