Capaccio Paestum, acquisiti beni demaniali per circa 4 milioni

Beni che erano di proprietà del demanio lungo la fascia costiera, sono stati acquisiti dal Comune di Capaccio Paestum a titolo gratuito, dando seguito ad un’attività grazie alla quale a luglio, in base alla legge sul Federalismo Demaniale, il comune ha acquisito beni per un controvalore inventariale di oltre 10 milioni di euro. Ieri a Napoli, presso la sede dell’Agenzia del Demanio, il Comune di Capaccio Paestum ha acquisito il decreto di trasferimento e sottoscritto il verbale di consegna dei beni.

Il comune ha acquisito al proprio patrimonio i camping Athena e Ulisse, in località Ponte di Ferro, e il camping Nettuno, in località Laura. Inoltre, vengono trasferiti al patrimonio comunale anche il tratto di Piazza Santini, che va dall’intersezione di viale della Repubblica con via Italia 61, e l’ultimo tratto di via Italia 61, che va da via Aldo Moro fino all’intersezione con piazza Santini. Il controvalore inventariale dei beni ammonta a circa 4 milioni di euro. Per il Sindaco di Capaccio Paestum, Franco Palumbo l’operazione permetterà di avviare il progetto di riqualificazione della fascia costiera.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento