Capaccio Paestum, acquisiti beni demaniali per circa 4 milioni

Beni che erano di proprietà del demanio lungo la fascia costiera, sono stati acquisiti dal Comune di Capaccio Paestum a titolo gratuito, dando seguito ad un’attività grazie alla quale a luglio, in base alla legge sul Federalismo Demaniale, il comune ha acquisito beni per un controvalore inventariale di oltre 10 milioni di euro. Ieri a Napoli, presso la sede dell’Agenzia del Demanio, il Comune di Capaccio Paestum ha acquisito il decreto di trasferimento e sottoscritto il verbale di consegna dei beni.

Il comune ha acquisito al proprio patrimonio i camping Athena e Ulisse, in località Ponte di Ferro, e il camping Nettuno, in località Laura. Inoltre, vengono trasferiti al patrimonio comunale anche il tratto di Piazza Santini, che va dall’intersezione di viale della Repubblica con via Italia 61, e l’ultimo tratto di via Italia 61, che va da via Aldo Moro fino all’intersezione con piazza Santini. Il controvalore inventariale dei beni ammonta a circa 4 milioni di euro. Per il Sindaco di Capaccio Paestum, Franco Palumbo l’operazione permetterà di avviare il progetto di riqualificazione della fascia costiera.

Lascia un Commento