Capaccio, ordinanza del Consiglio di Stato, nessuna possibilità per una centrale a Biomasse


Il Consiglio di Stato ha confermato ulteriormente l’impossibilità per la Biocogein Srl di giungere alla possibilità di riottenere le autorizzazioni per edificare, in località Sabatella di Capaccio Paestum, una centrale a biomasse.

E’ stato l’avvocato Marcello Fortunato, legale incaricato di rappresentare il Comune di Capaccio nella controversia, a chiarire che, come si legge nell’Ordinanza, la società Biocogein Srl ha comunicato la volontà di recedere dal contratto preliminare di compravendita del terreno, che pertanto non è più nella sua disponibilità. Di conseguenza, l’indisponibilità della Biocogein dell’area su cui edificare la centrale biomassa, di fatto, chiude definitivamente la questione”.
“Questo ulteriore passaggio – dichiara il Sindaco Italo Voza – sancisce quanto da tempo è definitivamente assodato. Non vi è alcuna possibilità per la Biocogein di edificare la centrale biomassa a Capaccio Paestum.

Commenti (2)

  1. Antonio Rubini 26/04/2017
    • Redazione Redazione Radio Alfa 27/04/2017

Lascia un Commento