Caos traffico in Costiera Amalfitana, tutti i provvedimenti adottati da aprile 2020

Arriva una risposta ai problemi di traffico in Costiera Amalfitana. Da aprile 2020 saranno adottate infatti delle specifiche misure per limitare i disagi per gli automobilisti e per i residenti. Nelle scorse settimane sono stati definiti i provvedimenti anti-caos che sono stati anche formalizzati attraverso un accordo firmato in Prefettura. Oggi ad Amalfi un incontro per presentarli.

Circolazione a targhe alterne dal 24 aprile al 2 maggio 2020 e istituzione di un senso unico alternato nei comuni di Positano, Amalfi, Praiano e Ravello: dal primo giugno fino al 30 settembre nelle fasce orarie dalle 8 alle 11 e dalle 16 alle 19.

Sono due dei dispositivi contenuti nell’ordinanza, che avrà vigore a partire dal primo aprile 2020, presentata oggi ad Amalfi alla conferenza dei sindaci per risolvere il problema della viabilità e del traffico sulla costiera amalfitana, alla presenza del Prefetto Russo che ha coordinato il lavoro tra enti e comuni.

Le targhe alterne avranno valore nei fine settimana (sabato e domenica) delle settimane comprese tra il 15 giugno ed il 31 luglio, ad agosto e settembre, nella Settimana Santa fino al Lunedì in Albis e dal 24 aprile al 2 maggio. La circolazione sarà vietata nei giorni dispari alle targhe con ultimo numero pari e viceversa, ma, saranno esenti dal divieto i residenti dei 13 comuni della costiera, i mezzi di soccorso e i taxi.

Per il 2019 si andrà avanti con l’ordinanza del 2013, ma nel nuovo dispositivo sono previste anche fasce orario per i bus turistici che svolgono servizio di trasporto pubblico. Per tutto l’anno e dalle 6.30 fino alla mezzanotte non potranno circolare camper, caravan indipendentemente dalle loro dimensioni ed autoveicoli con roulotte e rimorchi. Potranno circolare,inoltre, solo pullman con misure ridotte.

Si è parlato anche di un senso unico da Positano a Vietri sul Mare. Nell’ordinanza si legge anche che, nell’immediato, non è possibile dare avvio al progetto di realizzare una zona a traffico limitato e per questo si è deciso di procedere con una serie di dispositivi, nei punti strategici, per contingentare i flussi, senza il sostegno all’iniziativa dei Comuni di Maiori e Minori ma con l’appoggio dell’Anas.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento