Cannalonga, indagini in corso sul probabile ritrovamento di resti umani

Da tre giorni i carabinieri di Vallo della Lucania hanno circoscritto un’ampia zona in località Nocellito nel comune di Cannalonga.

L’intervento dei militari sarebbe stato necessario dopo il ritrovamento di alcuni resti umani. Sulle indagini vige il massimo riserbo. Poche le notizie trapelate.

Dai militari non è giunta alcuna conferma alle indiscrezioni che sono arrivate in paese.

Nel centro cilentano, situato a pochi passi da Vallo della Lucania, stanno lavorando anche gli uomini della scientifica di Salerno e il nucleo cinofilo.

“Un indagine delicata” ribadiscono da più parti su cui si sta concentrando il lavoro dei militari e la curiosità della comunità locale. Le indagini sono coordinate dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Vallo.

Secondo le prime indiscrezioni l’allarme sarebbe scattato qualche giorno fa. Durante dei lavori per sistemare una palizzata sarebbero state rinvenute prima delle scarpe sotterrate nel terreno e subito dopo resti di un cadavere. Il tutto sarebbe stato trovato scavando in aperta campagna. Località Nocellito è situata infatti lontano dal centro abitato. É una zona impervia che si trova in collina alle spalle della diga del Carmine. La zona da tre giorni e off limits. A chiunque si avvicina i militari chiedono i documenti.

In paese da giorni gira la voce del ritrovamento dei resti di un cadavere anche se la presenza massiccia dei carabinieri ha alimentato non poche ricostruzioni delle indagini in corso. Qualcuno avrebbe notato in località Nocellito la presenza di scavatori probabilmente utilizzati per le ricerche. Qualche indiscrezione collegherebbe la presenza dei militari al ritrovamento di droga. Ipotesi meno attendibile.

Solo nelle prossime ore tutte le notizie trapelate potranno essere confermate quando i militari lasceranno Cannalonga e chiuderanno il cerchio sulle indagini in corso.

Lascia un Commento