Canali pay-per-view decriptati, arrestati anche due salernitani

Ci sono anche il 31enne Raimondo Milone di San Marzano sul Sarno e il 22enne Luigi Diodato di Sarno tra le 5 persone arrestate tra Italia e Germania nell’ambito dell’operazione della Guardia di Finanza che ha smantellato un’organizzazione criminale dedita all’illecita decriptazione e diffusione dei contenuti televisivi a pagamento di Sky tv e Mediaset Premium.

In Italia l’operazione ha interessato 20 Province di 11 Regioni italiane con oltre 50 perquisizioni. Il volume d’affari complessivo ricostruito dal 2015 ad oggi ammonta ad oltre 1 milione di euro. Gli indagati in totale sono 49 per reati in materia di pirateria audio-visiva e riciclaggio. Nei confronti di 12 di loro si sta procedendo anche per il reato di associazione per delinquere.

Tra questi figurano anche i 5 cittadini italiani arrestati, considerati i promotori del sistema, tra cui i due salernitani. Fulcro dell’organizzazione erano le centrali “sorgenti” – situate presso società, attività commerciali, abitazioni private, garage e capannoni industriali – all’interno delle quali erano installate apparecchiature informatiche in grado di decriptare il segnale delle emittenti tv a pagamento, utilizzando schede regolarmente acquistate dai membri del sodalizio o da terzi, per poi far confluire il segnale su server esteri appositamente noleggiati.

Lascia un Commento