Campania – Tracciabilità dei rifiuti speciali. Romano: bene Governo

L’assessore all’Ambiente della Regione Campania, Giovanni Romano, ringrazia il Governo e il ministro Orlando per il provvedimento varato ieri in Consiglio dei Ministri su sistema Sistri e tracciabilità dei rifiuti speciali che prevede anche la tracciabilità dei rifiuti urbani per la Campania.

Romano si dice particolarmente soddisfatto perché è stata accolta una richiesta della Regione. “In questo modo – afferma Romano – possiamo contare su un altro utile strumento per combattere e limitare il fenomeno del traffico dei rifiuti urbani”.

Nello specifico il sistema di tracciabilità dei rifiuti Sistri sarà operativo dal primo ottobre 2013 solo per i gestori di rifiuti pericolosi e non anche per i produttori degli stessi. Dai 70mila previsti, il sistema interesserà così alla sua partenza i 17mila utenti che trattano i rifiuti a maggior rischio. Per i produttori di rifiuti pericolosi il Sistri partirà invece il 3 marzo 2014 per consentire ulteriori semplificazioni, con possibilità di ulteriore proroga di sei mesi se a tale data le semplificazioni non saranno operative. Per gli enti e le imprese intermediarie di rifiuti non pericolosi si mantiene per ora il sistema dei registri cartacei. Sarà poi un decreto ministeriale da adottarsi entro il 3 marzo 2014 ad indicare ulteriori categorie tenute ad aderire al Sistri. Anche in Campania, proprio per il regime particolare, l’entrata in servizio del Sistri è differita al 3 marzo 2014.

Lascia un Commento