Campania, solo due ospedali antisismici

In Campania esistono solo due ospedali antisismici perchè ristrutturati o comunque rimodernati, l’Ospedale del Mare e in parte il Cotugno. Per il resto la maggior parte del patrimonio immobiliare ospedaliero è obsoleto ed è formato da vecchi edifici storici.

La Regione, per redigere una mappa del rischio, ha dato mandato alle Aziende sanitarie per la verifica delle condizioni statiche dei singoli presidi.

La Regione intende attivare una task-force di tecnici per rendere omogenee le procedure e le rilevazioni da svolgersi nelle diverse strutture. C’è comunque un’importante opportunità per l’adeguamento sismico della rete ospedaliera pubblica campana che proviene dai fondi statali per l’edilizia sanitaria.

Alla Campania spettano ancora circa 1,2 miliardi di euro da riprogrammare di cui 363 milioni subito disponibili e da spendere in tre tranche, cui si aggiungeranno altri 822 milioni della futura programmazione. Rispetto alla programmazione dello scorso febbraio ci sono 10 milioni in meno e lo stralcio dell’adeguamento della centrale di sterilizzazione e della rianimazione del Ruggi di Salerno in vista della realizzazione di un ospedale tutto nuovo.

Lascia un Commento