Campania, servizi educativi e scuole paritarie. L’impegno della Regione per salvare il comparto

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

La regione Campania, rappresentata dall’assessore Lucia Fortini, la consigliere Vincenza Amato e il presidente della commissione Bilancio Franco Picarone, ha incontrato i rappresentanti dei servizi educativi della Campania che copre la fascia di età 0-6 anni.

Le scuole paritarie dell’infanzia sono oltre mille, le scuole dell’infanzia private riconosciute dal Miur sono 21, gli asili nido privati sono il 49% del totale: cooperative sociali e imprese, in prevalenza costituite da donne che, a causa dell’emergenza Covid-19, rischiano di chiudere per il 30% del totale.

 

La Regione ha assicurato che nell’ambito del fondo nazionale 0/6 destinato a tutti i servizi educativi privati, paritari e integrativi, sarà stanziato un importo ulteriore di 6 milioni per un totale di circa 33 milioni, 10 dei quali il Presidente De Luca intende disporli per lo specifico comparto.

La Regione ha accettato la proposta di mantenere l’autonomia dei servizi educativi che così potranno decidere di ripartire il 1 settembre in luogo del posticipo elettorale al 24 settembre; ha assunto l’impegno di intercessione con il Governo affinché venga prorogata la cassa integrazione per i dipendenti e il credito d’imposta per i canoni di locazione.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp