CAMPANIA – Sanità, sblocco del turn over del 15%. Il Commento di Caldoro

Il turn over del personale sanitario in Campania è stato sbloccato solamente per una quota del 15% per far fronte alla carenza di personale medico e parasanitario. Il deficit del settore è invece passato da 800 a 200 milioni di euro. I dati sono stati evidenziati dal governatore della Campania, Stefano Caldoro, aggiungendo che i trasferimenti pro capite in Campania sono inferiori alla media nazionali ed i posti letto sono pari a 3,4 ogni mille abitanti rispetto al 3,7 fissato a livello nazionale.
Intervenendo alla trasmissione televisiva “A reti unificate” in onda sulle emittenti locali del consorzio Cmg, Caldoro ha anche affermato che la media pro capite in Campania di spesa sanitaria è di 1.682 euro rispetto alla media nazionale di oltre i 1.700 euro. Il governatore ha rilevato che la Campania perde 350 milioni di euro l’anno in trasferimenti della sanità e questo accade per vecchi criteri di anzianità che penalizzano la Campania che è la Regione più giovane di Italia. Negli ospedali campani manca il personale e pagare gli straordinari a personale con molta anzianità di servizio costa di più rispetto all’assunzione di giovani professionisti. Al momento la Regione è riuscita a ottenere lo sblocco del turn over solo del 15%.

Lascia un Commento