CAMPANIA – Sanità. Nel 2009 debito di 770 mln di euro

Ammonta a 770 milioni di euro il deficit della sanità della Campania nel 2009, che sommato al trascinamento di una perdita 2008 di circa 223 milioni, porta ad un totale di disavanzo da coprire di circa 1 miliardo di euro che, dopo le coperture straordinarie derivanti dalla fiscalità aggiuntiva regionale e dal fondo transitorio, comporta un disavanzo di gestione 2009 di circa 500 mln. Il dato è stato reso noto dal ministero dell’economia e delle finanze che fino a tarda notte ha esaminato i bilanci di Campania, Calabria, Lazio e Molise e impegnate nel piano di rientro dal deficit.

Per la sanità campana che è stata commissariata si registrano ritardi nella riorganizzazione della rete ospedaliera, della rete dei laboratori, della rete territoriale e nella stesura dei protocolli d’intesa con le università.

In una nota il ministero della Salute ricorda che la nuova disposizione normativa, scaturita da quanto previsto dal nuovo Patto per la salute, concede in via straordinaria a queste Regioni di utilizzare i fondi FAS per ripianare eventuali disavanzi di gestione, in modo da poter evitare il ricorso ad un ulteriore inasprimento dell’aliquota regionale Irpef e della maggiorazione regionale Irap.

 

Lascia un Commento