CAMPANIa – Sanità convenzionata sul piede di guerra

La sanità convenzionata campana torna sul piede di guerra contro i mancati pagamenti dei rimborsi alle strutture convenzionate. Nonostante lo sblocco dei fondi stabilito lo scorso ottobre dalla Commissione interministeriale sanità, i rimborsi non sono ancora arrivati e le strutture convenzionate, si  legge in una nota, "restano in attesa dei pagamenti del 2010", ed esprimono la loro preoccupazione che parte di quei fondi, pari a 1 miliardo e 20milioni, "possano essere destinati ad altri scopi". Le associazioni del settore, che hanno annunciato la protesta, chiedono al presidente Caldoro l’assicurazione ufficiale che i fondi destinati dal Governo alla sanità campana vengano impegnati esclusivamente per risolvere parte dei problemi amministrativi dell’organizzazione sanitaria e che la Regione si impegni a utilizzare una quota del per saldare, entro dicembre, almeno quattro mensilità del 2010.

Lascia un Commento