CAMPANIA – Sanità, Arcade. A rischio 180 posti per dializzati

A rischio 180 posti dialisi in Campania e con essi anche 100 posti di lavoro, tra medici e infermieri, e investimenti dei centri privati per oltre 8 milioni di euro. A denunciarlo è la presidente dell’Associazione regionale campana ambulatori di emodialisi (Arcade), Giulianna Fusco, secondo la quale la Regione vorrebbe ridurre i posti di 180 unità basandosi sul criterio del numero di pazienti in cura.
Per Arcade è una scelta sbagliata e non porterà ad alcuna forma di risparmio perché la Regione paga per le prestazioni erogate, non per il singolo posto. L’unico effetto sarà quello di mandare in fumo milioni di soldi investiti dai privati, il probabile il licenziamento di alcuni lavoratori e un ulteriore disagio per i pazienti. Sono 4.600 in tutta la Campania quelli che vengono curati nei Centri privati, l’80% del totale. I centri erogano 700mila prestazioni all’anno per una spesa di 125 milioni di euro.

Lascia un Commento