Campania-Russia, l’interscambio 2018 a quota 128 milioni di euro

L’interscambio commerciale tra Campania e Russia nel 2018 ha raggiunto quota 128 milioni di euro; un risultato che da solo vale quasi un quarto degli scambi del Meridione verso la Federazione Russa, ma che registra un calo del 15% sui valori del 2017, soprattutto per la contrazione delle importazioni da Mosca. In diminuzione anche l’export campano verso la Russia, fermo a poco più di 78 milioni di euro, in calo del 5,6%, rispetto al 2017.

A determinare il segno negativo delle vendite è stato soprattutto l’arresto del tessile che pesa 31 milioni di euro, dei mezzi di trasporto e dei metalli. Segnali positivi arrivano dal turismo. Tra il 2015 e il 2018, infatti, l’interesse dei russi per la Penisola si è rafforzato, facendo registrare un incremento delle presenze del 67% ed eleggendo la Campania a prima meta turistica del Mezzogiorno.

Sul fronte dell’analisi dei dati economici regionali, Napoli si conferma la provincia più dinamica nei rapporti con la Federazione Russa, seguita da Salerno sul fronte export e da Avellino in quello import, mentre Caserta occupa il terzo posto in entrambe le voci della bilancia commerciale.

Secondo il presidente dell’associazione Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia, Antonio Fallico, è strategico rafforzare l’asse tra i due Paesi per favorire una forte cooperazione dalla quale possono nascere e svilupparsi eccellenti possibilità imprenditoriali.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento