CAMPANIA – Rifiuti, pressing su altre regioni per nulla osta

Sono soltanto tre, finora, le regioni disposte ad accogliere i rifiuti della Campania. Ieri è stato formalizzato l’accordo con la Toscana che è disposta a ricevere 10mila tonnellate di spazzatura. Oltre alla Toscana, accordi sono in via di definizione con Liguria ed Emilia Romagna. Da Palazzo Santa Lucia continua il pressing sulle altre Regioni che avevano dichiarato la loro disponibilità ad accettare l’immondizia campana, per ottenere i nulla osta nel più breve tempo possibile. Proseguono e si intensificano i contatti con la Puglia, mentre diventa difficile ipotizzare un sì a breve termine della Sicilia. Nonostante gli accordi, non sono ancora partiti, però, i conferimenti extraregionali verso l’Emilia Romagna. Le intese tra le Regioni ora devono diventare operative, compito che spetta alle società provinciali e ai gestori degli impianti. Oggi scade l’ordinanza firmata lo scorso venerdì dal governatore Caldoro con la quale era stato predisposto l’invio della frazione umida tritovagliata dagli Stir di Napoli e provincia nelle discariche delle province di Caserta, Benevento ed Avellino.

Lascia un Commento