CAMPANIA – Rifiuti, per Bonavitacola e Iannuzzi il decreto è inadeguato

“Il decreto ambientale in discussione alla Camera, per la parte relativa ai rifiuti in Campania, è inadeguato a fronteggiare la situazione, soprattutto alla luce dei pesantissimi rilievi critici dell’Unione europea nell’ambito della procedura d’infrazione”. E’ il parere dei parlamentari salernitani Fulvio Bonavitacola e Tino Iannuzzi, del Pd, che ieri hanno presentato alcune proposte di modifica al decreto. Secondo i due deputati è necessario l’esercizio dei poteri straordinari per discariche ed impianti direttamente da parte del presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, “ponendo fine alla nomina di una pletora di commissari che non hanno prodotto alcun risultato”. L’emendamento proposto da Bonavitacola e Iannuzzi vuole imprimere una decisa accelerazione per realizzare una dotazione impiantistica assolutamente urgente e necessaria.

“Il governo – sostengono ancora i due parlamentari salernitani – deve rispettare l’impegno formalmente assunto di restituire definitivamente ai Comuni le competenze per attività di raccolta dei rifiuti e per la riscossione e gestione della Tarsu e della Tia, riallineando finalmente la Campania al resto dell’Italia”.

Lascia un Commento