CAMPANIA – Rifiuti, linee guida per il compostaggio domestico

La Regione Campania ha redatto le linee guida che i Comuni potranno applicare in materia di compostaggio domestico dei rifiuti. L’assessore all’Ambiente, Giovanni Romano, spiega che si tratta di una bozza di convenzione che i singoli enti locali dovranno poi far firmare a quei cittadini che intendano attivare la pratica dell’autocompostaggio della frazione umida dei rifiuti prodotta dal proprio nucleo familiare.

Il cittadino che sottoscrive la convenzione si impegna a recuperare la frazione umida dei rifiuti prodotta dal proprio nucleo familiare presso la sua abitazione per mezzo del compostaggio domestico e ad utilizzare i prodotti solo sul proprio orto, giardino, fioriere; a non conferire al circuito di ritiro/raccolta rifiuti scarti di cucina, vegetali e sfalci verdi, ramaglie e residui di potatura provenienti dal proprio giardino o orto, esonerando il Comune dalla raccolta della frazione umida prodotta. Così facendo il Comune potrà applicare una riduzione sulla tassa/tariffa, adeguandola al minore conferimento di rifiuti solidi urbani.

La convenzione-tipo è già stata inviata ai Comuni che dovranno poi materialmente applicarla sui territori di propria pertinenza.

Lascia un Commento