Campania, presentato il piano di edilizia ospedaliera. Lavori da completare entro due anni

“Abbiamo raggiunto un risultato storico, dopo 20 anni la Regione è in condizione di utilizzare i fondi da un miliardo e 83 milioni di euro per l’edilizia ospedaliera. Possiamo farlo perché abbiamo risanato i conti della sanità e approvato il piano ospedaliero”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, illustrando il riparto dei fondi del piano di edilizia ospedaliera sbloccati.

“Da dicembre 2000, ha ricordato il governatore, non si faceva un accordo di programma per i fondi dell’edilizia ospedaliera. Realizzeremo strutture di straordinario valore, come l’Ospedale unico della Penisola Sorrentina a Sant’Agnello, l’ospedale nuovo di Giugliano, l’ospedale San Paolo di Fuorigrotta a Napoli, il nuovo Ruggi d’Aragona a Salerno e decine di interventi in tutte le strutture in tutte le province. Può essere la vera svolta per la sanità campana. Come per le Universiadi dovremo essere rapidi, qui abbiamo problemi più complessi, dobbiamo dotarci di progetti esecutivi ma avremo la stessa tenacia e la stessa concretezza operativa. Dal progetto esecutivo al completamento dell’opera dovremo riuscire a metterci due anni, come hanno fatto a Milano con la nuove strutture della regione Lombardia”.

De Luca

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento