CAMPANIA – Pochi fondi per musei e biblioteche, proclamato lo sciopero per il 21 febbraio

Fondi troppo esigui per i musei e le biblioteche regionali. Il Coordinamento Campano dei Musei e delle Biblioteche di interesse regionale, ha deciso di proclamare lo stato di agitazione. Il coordinamento, che si è riunito presso la sede napoletana della Fondazione Giambattista Vico, ha analizzato con attenzione il bilancio previsionale della Regione Campania per l’esercizio 2012 in riferimento al capitolo inerente le strutture museali e le biblioteche. Sono previsti per il settore, solo 175mila euro da destinare sia all’ordinaria amministrazione che ai progetti di investimento. Il coordinamento ricorda che sono 750 le biblioteche e 110 le strutture museali riconosciute con apposito decreto regionale e risulta evidente l’impossibilità di garantire l’ordinaria apertura e la fruibilità di visita di un immenso e diffuso patrimonio culturale con queste risicatissime risorse. Per questo il Coordinamento ha deciso di proclamare lo stato di agitazione con una giornata di chiusura totale delle strutture interessate, indetta per il prossimo 21 febbraio. I responsabili del coordinamento hanno chiesto di essere ricevuti in delegazione, al Presidente Regionale Stefano Caldoro, all’Assesore Caterina Miraglia e al Presidente della Commissione Regionale Bilancio e Finanza Massimo Grimaldi, di destinare somme aggiuntive al settore competente.

Lascia un Commento