CAMPANIA – Piano Casa, per i costruttori ci saranno effetti positivi

L’Acne valuta positivamente i contenuti della legge regionale per la casa approvata dal Consiglio della Regione Campania e ritiene che con essa sarà ora possibile promuovere attività edilizia con effetti positivi sull’economia locale e sui livelli di occupazione. L’apprezzamento positivo è per i processi di semplificazione amministrativa, specialmente per gli interventi di riqualificazione urbana nelle aree industriali dismesse, e per la possibilità di adeguamenti della strumentazione urbanistica che consentano una maggiore offerta abitativa, specie per le famiglie di reddito basso. E l’altra associazione dei costruttori, Ance Campania, afferma che il piano Casa ora ha tutti i requisiti per essere messo in pratica. Il presidente Nunziante Coraggio afferma che la legge pone dei limiti meno angusti sulle cubature su cui intervenire, requisito di destinazione residenziale esteso all’intero edificio e non solo alla parte oggetto d’intervento. Secondo l’Ance "é un piano casa positivo anche per la parte che, con procedure più snelle, dispone la riconversione delle aree industriali dismesse da almeno tre anni, attraverso interventi che daranno spazio all’housing sociale e consentiranno di sottrarre al degrado le ex periferie industriali.

Lascia un Commento