SALERNO – Petrone, impedire il collasso della sanità salernitana

Incontro a Salerno tra il consigliere regionale Anna Petrone, vicepresidente V commissione permanente Sanità e Sicurezza Sociale, e il direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Salerno, Attilio Bianchi, in merito alla riorganizzazione dei posti letto a seguito del previsto accorpamento al Ruggi D’Aragona dei presidi ospedalieri del Da Procida di Salerno, Amico Fucito di Mercato S. Severino, Castiglione di Ravello e di una parte del Santa Maria dell’Olmo di Cava de’ Tirreni. L’accorpamento, secondo Petrone, impone un adeguato trasferimento di risorse per garantire efficacia, efficienza ed economicità. In caso contrario si rischia il collasso dell’azienda e di tutta l’assistenza ospedaliera salernitana. Per la Petrone bisogna provvedere subito allo sblocco del turn over per medici ed infermieri carenti che attualmente l’azienda copre con autorizzazione di straordinari che fanno levitare la spesa sanitaria abbassando la qualità delle prestazioni.

Lascia un Commento