“Campania per l’Ambiente”, De Luca a 360 gradi dalla gestione rifiuti al compostaggio

“Nel giro di un anno e mezzo la Regione Campania potrà portare a termine il ciclo di gestione dei rifiuti e raggiungere l’autonomia su questo punto”. Lo ha detto oggi il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in occasione dell’incontro Campania per l’Ambiente oggi a Napoli.

Il presidente campano ha fatto sapere che il primo impianto di compostaggio parte a fine 2019 ad Afragola, poi altri due sono già abbastanza pronti per partire a Fisciano e Pontecagnano, per i quali si stanno completando le progettazioni, la richiesta di autorizzazioni ambientali, le valutazioni di impatto ambientale, cose tipiche dell’Italia. 

“E’ stato scelto il gruppo progettazione, le risorse ci sono, la Regione investe 250 milioni di euro, ci stiamo dissanguando, ma sono assolutamente convinto che da qui a un anno e mezzo saremo assolutamente autonomi, e la cosa straordinaria è che avremo realizzato un modello di gestione ambientale compatibile del ciclo dei rifiuti che sarà modello nazionale” così il governatore della Campania De Luca che ha rimarcato che le politiche ambientali campane dovranno essere all’avanguardia in Italia. “La Campania deve passare dall’immagine del disastro ed emergenza continua a essere prima in Italia per politiche ambientali e possiamo farcela” così de Luca che ha poi ricordato che la Campania è la Regione più monitorata, attraverso un programma in collaborazione con l’Istituto zooproiflattico”.

“Nessuno sa – ha aggiunto – che è in atto un programma volto a verificare la ricaduta genetica sulla popolazione. Non lo fa nessun altro. L’obiettivo è “la piena modernità e sostenibilità delle politiche ambientali”. 

“Ci sarà uno stop programmato di 40 giorni dell’impianto di Acerra, a partire da settembre questo significa che accumuleremo 80mila tonnellate di rifiuti e che abbiamo il problema di trovare in tutto il territorio regionale dei siti di stoccaggio provvisorio per 2-3 mesi”.

A parlare è ancora Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, in occasione dell’incontro “Campania per l’ambiente” a Napoli.

La “responsabilità” di individuare siti “grava sulle spalle degli enti d’ambito”. “Noi il problema lo affrontiamo con consenso o dissenso – ha assicurato De Luca – ma non possiamo consentirci il lusso di rifiuti per le strade, sarebbe la conferma di una condizione storica, che viene da lontano”. Per De Luca, “non è irrisolvibile, è un problema semplice purché non ci si perda in ideologismi e veti e controveti”.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento