Campania: Parchi, Legambiente scrive al ministro Orlando

Lettera del presidente di Legambiente Michele Buonomo e del responsabile delle aree protette  Pasquale Raia, al Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando e al Presidente della Regione Stefano Caldoro. Nella lettera si chiede che le scelte per la guida dei Parchi Nazionali della Campania non siano condizionate da decisioni di parte, o dettate da campanilismi o favoritismi, ma siano in grado di indicare vertici capaci di valorizzare realmente i territori. Per Buonomo e Raia, per green economy si deve intendere tutto ciò che produce benessere, quindi meno consumo di suolo, meno energia, meno materia, meno chilometri. Ciò si deve tradurre di riflesso in una green society, ovvero in una società con più legalità, più cultura e consapevolezza da parte dei cittadini, più benessere per tutti dentro nuovi stili di vita. Secondo l’associazione ambientalista  occorre che il campo di azione sia disegnato da tre poli:  l'importanza della natura come patrimonio di biodiversità da valorizzare, la dimensione istituzionale, con i problemi connessi alla governance ed il ruolo dei cittadini, in qualità di fruitori, difensori dei territori oltre che abitanti  e lavoratori nei territori delle aree protette. Per fare ciò c’è bisogno di un profondo rinnovamento, ed in questo il Ministero  dell'Ambiente e la Regione Campania devono svolgere un ruolo più attento alla missioni a cui sono deputati.

Lascia un Commento