CAMPANIA – Oggi in Senato illustrato il quadro del dissesto idrogeologico

E’ preoccupante il quadro del dissesto idrogeologico in Campania, illustrato oggi nell’audizione in Senato dal presidente dell’Ordine dei Geologi della Campania, Francesco Peduto. Nella regione ben 210 comuni su 551, circa il 40%, sono classificati da trasferire o consolidare. “Non è un caso, che come esempio si cita la Regione Campania – ha proseguito Peduto – dove tranne rare eccezioni, i problemi di dissesto idrogeologico di questi comuni sono tutti irrisolti e dove si registra, sostiene il presidente dei geologi, una strana amnesia di tutte le Autorità di Bacino, le quali inserirono come prioritarie le aree di quegli stessi comuni nei Piani Straordinari, dimenticandosene poi nei successivi Piani Stralcio”.
Studi di settore hanno evidenziato che riparare i danni costa in media 10 volte in più che prevenirli, ma secondo i geologi la prevenzione è ancora un’eccezione e il modo in cui vengono affrontati i problemi di dissesto idrogeologico nel Paese è sempre quello delle misure tampone ed emergenziali di protezione civile, ad evento accaduto.

Lascia un Commento