Campania: Manifesti diffamatori contro Caldoro, indaga la Digos

La Digos indaga sull'affissione di manifesti diffamatori nei confronti del presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, dell'ex sottosegretario Nicola Cosentino, dell'ex deputato Mario Landolfi e di altri esponenti politici regionali. I manifesti, centinaia, sono comparsi su Palazzo Santa Lucia, sede della Giunta regionale campana, e in altre strade del centro di Napoli. Gli esponenti politici presi di mira sono diversi, ma il principale bersaglio è Caldoro, la cui foto campeggia in primo piano. "Ritorna la macchina del fango?", si chiede il presidente della Regione su twitter, inserendo anche gli hashtag 'elezioni' e 'Campania': la prossima primavera si vota per le Regionali, e la scadenza potrebbe non essere estranea all'accaduto.

Al presidente della Regione sono giunti numerosi attestati di solidarietà bipartisan. Di "vigliaccheria" parla Lina Lucci, leader della Cisl campana. La Cgil Campania, con il segretario generale Franco Tavella, auspica piena luce sugli autori della "pessima" iniziativa.

Lascia un Commento