CAMPANIA – Legambiente, la Campania fanalino di coda per il protocollo di Kyoto

La Campania resta ultima tra le 20 regioni italiane nell’aver sfruttato gli incentivi statali del conto energia: il dato è stato denunciato da Legambiente Campania nel giorno del quarto anniversario dell’entrata in vigore del protocollo di Kyoto, l’accordo che impegna le nazioni alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica, principali responsabili dei cambiamenti climatici. In Campania, ribadisce Antonio Pascale, responsabile Energia di Legambiente, pur avendo molto più sole degli altri, il numero di pannelli fotovoltaici installati rispetto alla popolazione è irrisorio se paragonato a quello del Trentino Alto Adige, regione prima in classifica. Il conto energia è il meccanismo d’incentivi che consente a chi produce corrente elettrica mediante impianti a fonte rinnovabile, come solare fotovoltaico ed eolico, di vedersela ripagata con una tariffa incentivante molto vantaggiosa. La Campania – commenta Michele Buonomo, presidente regionale Legambiente – è anche l’unica Regione d’Italia a non avere neanche una bozza di Piano Energetico, strumento fondamentale per la definizione delle strategie regionali di sostenibilità energetica".

Lascia un Commento