CAMPANIA – Legambiente interviene sul sequestro di 90 alloggi a Campagna

“Il cemento impoverito atto criminale che dimostra la gravità e la pericolosità della gestione illegale del ciclo del cemento”. Con questo duro commento Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania, interviene sul sequestro di 90 alloggi, eseguito a Campagna dalla Guardia di Finanza. Alloggi in corso di realizzazione da tre imprese per conto dell’Iacp e destinati a famiglie colpite dal terremoto del 1980. “Gli sviluppi dell’inchiesta – afferma Buonomo – confermano ancora una volta la gravità della situazione e la pericolosità delle conseguenze che una gestione illegale del ciclo del cemento può portare in Campania”. Per il presidente di Legambiente Campania, è necessario un attento monitoraggio delle opere a partire da ospedali e scuole.

Lascia un Commento