CAMPANIA – Economia: cala il Pil, occupazione sotto il 40%

Il Prodotto interno lordo in Campania, vale a dire la ricchezza prodotta, ha subito un calo dello 0,6% e il tasso di occupazione è sceso sotto il 40%; diminuiscono anche gli investimenti nel settore industriale. Il quadro dell’economia della Campania è stato tracciato dalla Banca d’Italia evidenziando che il Pil regionale, negli ultimi dieci anni, è diminuito 5 volte. A prezzi costanti, fanno sapere gli esperti, si è verificata una perdita costante. Così mentre nel 2007 il Pil era di 81 miliardi di euro, nel 2008 si è passati a 78 miliardi, nel 2009 a 74,6 miliardi ed è diminuito ancora nello scorso anno fermandosi a 74 miliardi di euro. Come per il passato, anche questa volta, le peggiori ripercussioni si hanno sul lavoro con elevati tassi di disoccupazione. In Campania, ci sono 2 milioni e 100mila famiglie. Considerando solo quelle dove ci sono persone in età da lavoro, in regione ci sono 415mila famiglie nelle quali nemmeno un componente ha un lavoro. Queste famiglie costituiscono il 27% del totale. I dati della Banca d’Italia confermano anche che tra i giovani di età compresa tra i 15 e i 34 anni ben 620mila persone non studiano né lavorano.

Lascia un Commento