CAMPANIA – Dispersione scolastica in netta diminuzione. Male al nord

In Italia la dispersione scolastica nella scuola statale a fine ciclo tra il 2007 e il 2010 si è ridotta, rispetto a tre anni prima, del 2,2%, passando dal 33 al 30,8%. Il dato, positivo, è contenuto nel secondo Rapporto sulla qualità nella scuola di Tuttoscuola. Lo studio evidenzia come la dispersione scolastica al Sud sia elevatissima ma in netto miglioramento rispetto alle regioni del nord. Nelle regioni del Mezzogiorno, complessivamente, non arriva al diploma il 30,3% degli studenti. Al Nord Ovest si perde per strada, invece, il 32,1%. Tre anni prima in tutta Italia la dispersione era al 34%, quindi, nel Mezzogiorno, c’è stato un miglioramento maggiore con una riduzione di quasi un ottavo rispetto alla fotografia scattata tre anni fa. Una stima confermata dai dati Eurostat della Commissione europea, da cui emerge che il 19,7% dei 18-24enni italiani è in possesso al massimo della licenza media. Se però si analizzano gli abbandoni dopo il primo biennio delle superiori, si nota come questi aumentano in tutta Italia, ad eccezione del sud.

Lascia un Commento